≡ Menu

Sintomi e cause Psoriasi pustolosa

psoriasi pustolosaLa psoriasi pustolosa è caratterizzata da pustole piene di un liquido bianco (bolle di pus non infettive) circondate da pelle che assume un colore rosso.  Sebbene il pus sia spesso un segno di infezione, non vi è alcuna prova che l’infezione giochi un ruolo nella psoriasi pustolosa. La malattia non è quindi un’infezione, né è contagiosa.

La psoriasi pustolosa è una forma rara di psoriasi (la psoriasi volgare e guttata rappresentano il 90% delle casistiche). Colpisce tutte le razze, e allo stesso modo uomini e donne tranne nei bambini dove colpisce più spesso i ragazzi  rispetto alle ragazze. L’età media delle persone con psoriasi pustolosa è di 50 anni. I bambini di 2-10 anni di età possono essere colpiti, anche se raramente. 

Sintomi

La psoriasi pustolosa colpisce soprattutto negli adulti. Può essere limitata a determinate zone del corpo, per esempio le mani e i piedi. Ma può anche essere generalizzata e coprire la maggior parte del corpo.  In quest’ultimo caso i luoghi più comunemente colpiti sono la zona anale e genitale e le curve e le pieghe della pelle. Le pustole possono comparire sul viso, ma questo è poco frequente, e persino sulla lingua rendendo difficile la deglutizione. Possono manifestarsi anche sotto le unghie e causare l’uscita delle  unghie da loro alveo naturale.

Nel tipo generalizzato la pelle cambia aspetto ed è possibile notare prima, durante, o dopo un caso di psoriasi pustolosa sintomi simili a quelli della psoriasi regolare. Solitamente si inizia con un ciclo con arrossamento della pelle seguita dalle pustole e dalle scaglie. Il processo è rapido, a volte in poche ore è possibile vedere i primi gruppi di pustole.

Nel giro di un giorno le pustole formano “laghi” di pus che si asciugano e si staccano in scaglie. La pelle circostante è una superficie rossastra liscia, su cui possono apparire nuove pustole. Tutto questo ciclo può durare giorni o settimane creando disagio e stanchezza in chi ne soffre.

In due o tre mesi si può riscontrare anche la perdita di capelli. Si possono avere sintomi come mal di testa, febbre, brividi, dolori articolari, sensazione di malessere generale o di disagio, perdita di appetito e nausea.

Una volta che le pustole migliorano, la maggior parte dei altri sintomi (come mal di testa e febbre) di solito scompaiono. Tuttavia, in alcune persone, la pelle può rimanere rosso brillante, e i sintomi cutanei della psoriasi classica possono continuare.

Il tipo anulare è più comune nei bambini piccoli. Questa tipologia tende ad essere subacuta  o cronica, ed i sintomi sono meno gravi rispetto al tipo generalizzato. Sono frequenti placche a forma di anello con le pustole che possono apparire ai bordi dell’anello. Questa patologia compare  soprattutto sul tronco del corpo, ma anche su braccia e gambe. Pian piano i bordi si espandono, e il centro dell’anello guarisce.  A differenza del tipo generalizzato, non ci sono altri sintomi o sono lievi.

La forma giovanile o infantile è è di solito mite e si risolve spesso da sola. Oltre a sintomi cutanei raramente presenta altri sintomi.

Particolari tipi di psoriasi pustolosa

Oltre alla forma generalizzata, localizzata e anulare già viste, esistono particolari forme di psoriasi pustolosa.

La Von Zumbusch può apparire improvvisamente sulla pelle. E ‘caratterizzata da diffuse aree di pelle arrossata che diventano dolorose e estremamente morbide. Dopo poche ore appaiono le prime pustole e nel corso delle successive 24 – 48 ore, le pustole si asciugano lasciando la pelle con un aspetto lucido e liscio. Questa tipologia può essere pericolosa e richiede cure mediche immediate. Le persone con von Zumbusch  spesso necessitano di ricovero in ospedale per la reidratazione e per iniziare il trattamento topico e sistemico, che include in genere antibiotici. La psoriasi Von Zumbusch è associata a febbre, brividi, forte prurito, disidratazione, polso rapido, stanchezza, anemia, perdita di peso e debolezza muscolare.

La pustolosi palmo-plantare (PPP) provoca pustole sui palmi delle mani e le piante dei piedi. Comunemente colpisce la base del pollice e i lati dei talloni. Inizialmente appaiono delle placche rosse sulla pelle che poi diventano marroni e formano una crosta. La psoriasi pustolosa del  palmo-plantare è solitamente cronica (ciclica)  e può essere associata all’infiammazione delle articolazioni. 

Acropustulosis è un raro tipo di psoriasi caratterizzata da lesioni cutanee alle estremità delle dita e talvolta sulle dita. L’eruzione inizia occasionalmente dopo un infortunio alla pelle o un’infezione. Le lesioni possono essere dolorose e invalidanti, e causare deformità delle unghie. Di tanto in tanto si verificano alterazioni ossee nei casi più gravi.

Opt In Image
Scopri come prevenire la psoriasi
Ricevi gratuitamente via mail il libro

{ 0 Commenti… add one }

Lascia un commento