≡ Menu

Sintomi Psoriasi

sintomi macchie pelleLa psoriasi è una malattia della pelle cronica e recidiva ma non è né infettiva né contagiosa anche se, come vedremo, ha probabilmente anche un origine genetica. E’ molto più comune di quello che si pensi, colpisce infatti il 2-4% della popolazione mondiale, con una frequenza più alta nella popolazione bianca caucasica.

Ci sono diverse forme di questa patologia per cui i sintomi possono essere differenti, ma in generale è caratterizzata da macchie o placche rosse e squamose (a volte pustolose) accompagnate in genere da prurito. Le lesioni cutanee della psoriasi possono apparire in varie parti del corpo, a seconda anche della tipologia, e possono essere di diversa gravità coprendo superfici più o meno estese del corpo.

Questa malattia non è a tutt’oggi totalmente compresa, nonostante ci siano studi medici da oltre 100 anni, e non esiste ancora una cura certa e sicura. La ragione principale è dovuta alla complessità di questa patologia che si può presentare in molte forme. Chi ne soffre  può presentare inoltre una o più forme di psoriasi, con cambiamenti di anno in anno. E’ importante, prima di intraprendere qualsiasi cura, capire fin da subito se si soffre di psoriasi (ci sono alcune malattie della pelle come l’eczema o l’acne rosacea che possono essere confuse) e di quale tipologia si tratta. In questa sezione tratteremo quindi le caratteristiche e i sintomi delle varie forme di psoriasi.

 

Tipi e forme di psoriasi

Esistono cinque tipologie principali di psoriasi:

  1. a placche o volgare: è la forma più comune (oltre l’80% dei casi) caratterizzata da placche bianco-argentee in rilievo con contorno arrossato. Si presenta solitamente su gomiti e ginocchia, ma anche mani, piedi, schiena e cuoio capelluto. Oltre alle placche cutanee i sintomi sono prurito e a volte gonfiore e dolore;
  2. guttata: è caratterizzata da numerose piccole macchie rosse o rosacee a forma di goccia (da cui la denominazione). Colpisce grandi parti del corpo, solitamente gli arti e soprattutto la zona del tronco. E’ frequente fra i bambini e gli adolescenti, associata ad una infezione respiratoria da streptococco (faringite streptococcica);
  3. inversa o invertita: il nome deriva dal fatto che al contrario della forma tradizionale non colpisce le parti esposte bensì le pieghe interne come ascelle, pieghe della pancia, genitali o glutei.
  4. pustolosa: la pelle presenta macchie rosse con al centro residui di liquido bianco (pus) da cui deriva il nome. Colpisce solitamente gli arti e si presenta in varie forme accompagnata a volte da infezioni, febbre e dolori muscolari;
  5. eritrodermica: è la forma più grave. Si può estendere su tutto il corpo con macchie grandi e infiammate. Ma la gravità è dovuta al fatto che elimina la funzione di barriera della pelle verso l’ambiente esterno facendo perdere la capacità di termoregolazione del corpo.

Come abbiamo visto, in base alla tipologia, la malattia si può manifestare in diverse zone del corpo. alcune forme colpiscono soprattutto alcune parti del corpo ben identificate, per questo per esempio si parla di psoriasi delle unghie o del cuoio capelluto.

psoriasi sintomi zone

Diversa, ma sempre facente parte di questa patologia, è l’artrite psoriasica o psoriasi artropatica  , una forma di infiammazione delle articolazioni che si sviluppa nel contesto di una delle precedenti tipologie di psoriasi (tanto che colpisce il 30% dei malati).

Opt In Image
Scopri come prevenire la psoriasi
Ricevi gratuitamente via mail il libro