≡ Menu

Radiazioni ultraviolette per psoriasi – UVB e UVA sono efficaci?

Opt In Image
Scopri come prevenire la psoriasi
Ricevi gratuitamente via mail il libro

fototerapia raggi uva uvbE’ assodato che la psoriasi migliora stando al sole ed esponendo alla luce le aree interessate dalla malattia. Una vacanza può quindi avere effetti  benefici, a maggior ragione se anche piacevole e rilassante. Sebbene sia dimostrato che le radiazioni ultraviolette (UV) della luce solare facciano bene a chi soffre di psoriasi, è anche vero che molti hanno ovvie difficoltà psicologiche nello spogliarsi e mostrare gli evidenti segni sulla pelle.

E’ opportuno esporsi alla luce del sole iniziando con cinque o dieci minuti a metà giornata tutti i giorni e gradualmente aumentare il tempo di esposizione di 30 secondi se la pelle la tollera. Per ottenere il massimo beneficio, tutte le zone del corpo in cui sono presenti le placche dovrebbero essere esposte alla luce in eguale misura. Esponendosi in modo corretto, ma costante, è possibile osservare un miglioramento della psoriasi nell’arco di alcune settimane. In alcuni casi (5-10 %) il sole può provocare invece un peggioramento anche se si segue un’attenta esposizione. In tal caso meglio evitare i raggi solari e proteggersi con abiti coprenti.

Oltre che procedere gradualmente nell’esposizione al sole, segui le basilari regole per prevenire le scottature: utilizza protezioni solari ed evita sovraesposizioni. Ci possono volere settimane per vedere miglioramenti, è preferibile poi farsi vedere periodicamente da un dermatologo per verificare eventuali danni alla pelle.

Attenzione: alcuni medicinali e creme topiche possono aumentare il rischio di scottature e di reazioni tossiche. Tra questi quelli a base di tazarotene, catrame di carbone, Elidel (Pimecrolimus) e Protopic (tacrolimus).

E’ poi importante, anche qualora si riscontrino miglioramenti, non interrompere le normali terapie, la dieta alimentare corretta ed eventuali rimedi naturali.

 

La Fototerapia

La fototerapia (terapia della luce), comporta l’esposizione ai raggi di luce ultravioletta ed è comunemente usata per trattare una serie di malattie della pelle tra cui Psoriasi, vitiligine e acne. La terapia della luce è solitamente somministrata su base regolare sia utilizzando unità a domicilio sia in grandi unità cliniche sotto controllo medico.

I trattamenti sono di solito fatti in ospedale o presso un medico, anche se per i casi lievi di psoriasi e vitiligine, il trattamento UVB viene anche fatto a casa utilizzando unità portatili. Fondamentale è la costanza nel trattamento. Ci sono due forme di terapia della luce: luce ultravioletta B (UVB) e  la luce ultravioletta A (UVA).

UVB e UVA

Fototerapia UVB

I raggi UVB sono presenti nella luce solare naturale . La fototerapia ha dimostrato di essere molto efficace nel trattamento della psoriasi . I ricercatori hanno dimostrato che la qualità della vita migliora dopo la somministrazione standardizzata di fototerapia UVB a banda stretta.

I raggi UVB penetrano la pelle e rallentano la crescita delle cellule della pelle. Le cellule della pelle infatti si moltiplicano troppo rapidamente nei casi di psoriasi e la fototerapia UVB aiuta quindi a rallentarne lo sviluppo fino al punto in cui la pelle appare normale.

Il trattamento di fototerapia UVB comporta l’esposizione della pelle a una sorgente di luce UVB artificiale per un periodo di tempo prolungato e deve essere pianificata e svolta in maniera regolare. Questo trattamento viene comunemente somministrato a casa anche se in casi più gravi, può  essere somministrato in un ambiente medico.

Durante il trattamento , la psoriasi può peggiorare (anche se questo sarà temporaneo ) prima di migliorare. La pelle può inizialmente arrossarsi e creare  prurito. Se la pelle diventa troppo irritata , ridurre la quantità di raggi UVB somministrata.

 

Trattamento domestico di fototerapia UVB

Il trattamento della psoriasi con un’unità fototerapia UVB a casa è una delle scelte più economiche e convenienti. Così come il trattamento di fototerapia per la psoriasi somministrato in una clinica medica, richiede un programma di trattamento costante e regolare. E’ poi importante seguire le istruzioni del produttore riguardanti l’utilizzo e i tempi di esposizione.

 

UVA

Come gli UVB, anche i raggi di luce ultravioletta A (UVA) sono presenti nella luce solare,  ma a differenza degli UVB, gli UVA sono relativamente meno efficaci, e possono essere inefficaci se combinati con un farmaco assunto per via topica (direttamente sulla cute) o via orale.

Tramite il processo chiamato PUVA è possibile rallentare l’eccesso di crescita cellulare della  pelle e ridurre o eliminare  i sintomi della psoriasi per diversi periodi di tempo.

La terapia con raggi UVA viene somministrata solo sotto sorveglianza medica in ospedale in quanto è associata a possibili effetti collaterali quali nausea, prurito e arrossamento della pelle. Bere latte o integratori a base di zenzero può aiutare nel  prevenire la nausea.

Se ti stai sottoponendo alla PUVA devi limitare o evitare l’esposizione alla luce naturale del sole, salvo permesso medico. Sebbene sia la luce ultravioletta di tipo A e B siano presenti nella luce solare, l’UVB funziona molto meglio per la psoriasi, quasi come la luce naturale.

Lampade abbronzanti – utili per trattare la psoriasi?

Contrariamente alla credenza popolare, le lampade abbronzanti non sono un’alternativa efficace alla luce  naturale del sole. Questo perché i lettini abbronzanti nei saloni commerciali emettono principalmente luce UVA, non UVB. L’effetto benefico per la psoriasi è attribuita principalmente alla luce UVB e, come abbiamo visto, i trattamenti UVA richiedono trattamenti più complessi e gestiti in una struttura medica.

E’ sconsigliato quindi l’uso di lettini abbronzanti e lampade solari per il trattamento della psoriasi, i raggi ultravioletti e le radiazioni da questi dispositivi può danneggiare la pelle, causare invecchiamento precoce e aumentare il rischio di cancro della pelle. Consulta il tuo dermatologo prima di fare una lampada abbronzante.

Vedi:

{ 2 Commenti… add one }

  • Susi 14/02/2016, 10:50 pm

    Grazie mille, ho letto la vostra pagina è mi è stato molto utile ed esauriente. Grazie ancora!

  • angela 22/09/2016, 3:26 pm

    La vostra pagina mi è stata utile per poter scegliere il tipo di lampada
    più adatta per curare la psoriasi.
    Grazie mille

Lascia un commento