≡ Menu

La dieta alimentare corretta per curare la psoriasi

Dieta alimentare e salute sono strettamente collegate. Ormai sappiamo che le malattie possono essere provocate o alleviate grazie anche all’alimentazione. Dopo aver visto gli alimenti da evitare, ora vediamo quelli utili per curare la psoriasi.

Come sempre preciso che è opportuno fare dei test (escludendo o includendo dalla dieta un particolare alimento) per determinare quali cibi abbiano realmente effetti positivi per la tua salute e la malattia. Ciò che funziona per alcune persone potrebbe non avere effetti per te, la chiave è sempre testare introducendo o eliminando lentamente un certo tipo di alimento dalla tua dieta.

 

Alimenti che fanno bene alla pelle

La vitamina D ha un ruolo centrale nella proliferazione delle cellule, l’apoptosi e l’angiogenesi. La vitamina D ha inoltre effetti benefici sulle malattie infiammatorie, inclusa la psoriasi. Infatti i pazienti a cui è stata somministrata oralmente per il trattamento dell’ osteoporosi hanno avuto miglioramenti anche per la psoriasi.
Questa vitamina è scarsa tra gli alimenti, quelli che ne sono più ricchi sono: l’olio di fegato di merluzzo, pesci grassi (salmoni, aringhe etc.), latte e derivati, uova, fegato e verdure verdi.

pesce omega3Acidi grassi essenziali. Visto quanto detto in precedenza sugli effetti positivi della vitamina D, non stupisce che gli acidi grassi presenti per esempio nel pesce abbiano effetti benefici.
Non tutti i grassi infatti fanno male, in particolare i grassi essenziali come Omega 3 e 6 che possono portare un leggero miglioramento della malattia (ma con alcune evidenze di possibili peggioramenti nell’eczema). I dati non sono sempre positivi, ma nel 61% dei casi il paziente ha avuto miglioramenti, nel restante nessun beneficio significativo.

Una dieta basata su pochi carboidrati e molti vegetali può migliorare i sintomi, così come una dieta ricca di grassi insaturi come appunto quelli del pesce (omega 3). La National Psoriasis Foundation consiglia nella dieta funzionale: soia, noci, cioccolato e mirtilli, oltre a bere molta acqua.

Sono utili anche i minerali, in particolare quelli antiossidanti. Purtroppo oggi sono sempre più scarsi negli alimenti a causa della conservazione e della raffinazione dei cibi che consumiamo a tavola.

La tabella seguente mostra la perdita dei principali minerali nella frutta e verdura che acquistiamo al supermercato o dal fruttivendolo. Come si vede si va dal 32% fino a quasi il 100% di perdita di sodio, rame, magnesio, calcio, ferro, fosforo, potassio.
minerali in alimenti e psoriasi

Tra i minerali segnalo in particolare il selenio (presente anche in vari integratori alimentari) in quanto la ricerca scientifica ne ha certificato il legame positivo per la pelle, tanto che esiste una forte correlazione tra bassi livelli di selenio e malattie infiammatorie della pelle come il cancro alla pelle, il melanoma maligno e il linfoma.

Anche il silicio è importante. L’essere umano nasce con un quantitativo di silicio organico fondamentale per la crescita e la difesa immunitaria. Questo quantitativo diminuisce inesorabilmente con l’invecchiamento, è opportuno quindi integrarlo nei cibi.

La carenza di zinco è associata alla presenza di placche di psoriasi. Non ci sono però al momento riscontri sul fatto che l’assunzione orale di integratori dia benefici.  Altri validi integratori sono la lecitina e l’acido folico. Acquistali qui online.

Opt In Image
Scopri come prevenire la psoriasi
Ricevi gratuitamente via mail il libro

{ 1 Commento… add one }

  • stefano omodei 04/12/2015, 9:29 pm

    provero a seguire la dieta consigliata ed integrare in via endogena con selenio,omega 3 e zinco.Inoltre mi sottoporro a cicli di lampade con prevalenza di uvb.Vi faro sapere i risultati raggiunti,
    Grazie per le indicazioni buon lavoro

Lascia un commento