≡ Menu

Dieta alimentare anti psoriasi

dieta alimentare psoriasiMolto diffusa e poco conosciuta, la psoriasi è un disturbo della pelle non contagioso dovuto a una reazione anomala del sistema immunitario. Alla base vi è una predisposizione genetica che scatena la malattia in presenza di alcuni fattori, per esempio lo stress, un’infezione da stafilococco, così come l’assunzione di alcuni cibi (specie quelli contenenti glutine).

Poiché a tutt’oggi non è ancora stata scoperta una vera cura è bene cercare, quando possibile, di evitare i fattori scatenanti e adottare una dieta sana ed equilibrata che contrasti anche il sovrappeso, che non di rado si accompagna alla malattia.

Psoriasi: tutto quello che devi sapere

È una malattia autoimmune infiammatoria ed ereditaria, che si può presentare anche sotto forma di artrite. Per curarla occorre conoscerla

Le cause

La psoriasi è dovuta a un malfunzionamento del sistema immunitario i cui globuli bianchi (detti linfociti T), che normalmente si attivano per combattere le infezioni, attaccano le cellule cutanee sane. Questi linfociti rilasciano sostanze chimiche dette “citochine” che provocano infiammazione (rossore) e causano la divisione delle cellule cutanee a un ritmo molto superiore rispetto al normale. Tali cellule si accumulano dando origine alle lesioni squamose ispessite che caratterizzano la psoriasi. Le lesioni psoriasiche possono comparire in qualsiasi parte del corpo, ma si localizzano soprattutto su gomiti, ginocchia, cuoio capelluto e parte lombare della schiena. Si presentano come squame bianco-argentee e la pelle sottostante è rossa, segno dell’infiammazione che causa prurito e bruciore.

La psoriasi a placche può essere scatenata o acutizzata da numerosi fattori, per esempio tagli o graffi, ustioni solari, stress, infezioni soprattutto quelle delle alte vie respiratorie (per esempio da streptococco, che colpiscono la gola, o le faringiti), alcuni farmaci come betabloccanti, antinfiammatori ecc., errori alimentari, fumo. Anche il sovrappeso è un fattore importante nel peggiorare la psoriasi. Per chi soffre di questo disturbo è fondamentale mantenere la pelle idratata; usare detergenti senza profumo; indossare biancheria in cotone non aderente; se ci si espone al sole (che fa bene!) mettere sempre una crema di protezione.

Altri consigli:

  • Proteggi la tua cute con le sostanze che contrastano il processo infiammatorio
  • Riduci il glutine, consuma più frutta e verdura e sostituisci la carne rossa con il pesce ricco di Omega 3.

 

Le novità dal mondo della scienza

Il rapporto tra alimentazione e psoriasi viene studiato già da tanti anni e sono molti i ricercatori che hanno confermato come il consumo di alimenti contenenti glutine possa scatenare l’attacco di psoriasi. Tutti gli studiosi sono poi d’accordo sul fatto che una scorretta alimentazione, così come l’eccesso di alcolici, possano causare un netto peggioramento della malattia. Ma la ricerca non si è limitata a identificare i cibi che fanno male, ha anche individuato i principi attivi che possono trattare l’infiammazione dovuta alla malattia. Gli scienziati, per esempio, hanno scoperto nei carciofi e nella camomilla la presenza di una sostanza nota come luteolina che pare essere in grado di bloccare l’attività delle cellule che scatenano l’infiammazione che porta all’insorgere della psoriasi. Nello zenzero è stata invece individuata la metossiluteolina, ancora più efficace: si tratta di un complesso di flavonoidi in grado di bloccare il processo infiammatorio nella sua fase iniziale.

Alcuni cibi utili per combattere la psoriasi:

  • Barbabietola È ricca di antiossidanti necessari per chi soffre di psoriasi: 2-3 volte a settimana bevi mezzo bicchiere di succo appena preparato
  • Quinoa È uno pseudo-cereale senza glutine, quindi adatto in presenza di psoriasi. Usane 60-70 g a porzione.
  • Bardana Puoi aggiungere un cucchiaio di radice di bardana a filetti (la trovi nei negozi bio) alle tue zuppe, per arricchirle di principi attivi salva pelle. Puoi usarla anche per infusi
  • Radicchio Rosso un buon ortaggio depurativo, che contribuisce a migliorare la circolazione e ripulire il fegato. E quest’organo è strettamente collegato alla salute della pelle
  • Legumi Quattro porzioni da 180 g l’una (legumi cotti) a settimana (ideali azuki e lenticchie rosse decorticate) contribuiscono a depurare l’organismo.
  • Avena È un cereale privo di glutine (vedi pagg. 71- 79) utile per la salute della pelle. Ne bastano 70 g a porzione, da alternare a riso e quinoa. E puoi anche usare l’acqua di cottura per pulire la pelle.
  • Carciofi Alcuni li sconsigliano. In realtà le ultime ricerche hanno scoperto che contengono luteolina, una sostanza che può bloccare le cellule che scatenano il meccanismo infiammatorio che porta alla psoriasi. Tre carciofi a porzione 1 o 2 volte a settimana, quando di stagione.
  • Riso integrale Il miglior cereale in presenza di psoriasi è il riso integrale. È senza glutine, contiene fibre detox, è anti gonfiori e contrasta gli stati infiammatori. Usane 70 g a porzione.
  • Pesce Ideale quello di mare ricco di Omega 3 antinfiammatori (pesce azzurro, nasello, merluzzo ecc.). Mangiane 150-180 g a porzione, al vapore o al forno.

Alcuni consigli sono stati presi da Psoriasi Mai Più dove potrai trovare altri suggerimenti alimentari e non per guarire dalla psoriasi.

Opt In Image
Scopri come prevenire la psoriasi
Ricevi gratuitamente via mail il libro

{ 0 Commenti… add one }

Lascia un commento