≡ Menu

Come curare la psoriasi inversa

La psoriasi inversa è una delle tante varianti di questa malattia della pelle. La sua denominazione deriva dal fatto che le zone colpite sono praticamente opposte a quelle tipiche.  Infatti mentre la psoriasi a placche e le altre forme di questa patologia colpiscono le zone esposte (in particolari arti e tronco), questa forma si manifesta nelle zone interne, nelle pieghe della pelle come le ascelle, il seno, genitali e glutei e anche nelle pieghe dell’addome.  Il problema in queste zone del corpo è chiaramente aggravato dal sudore e dallo strofinamento con i vestiti, in particolare la biancheria intima.

Il trattamento della psoriasi inversa può essere difficile proprio a causa della sensibilità della pelle nelle zone colpite.   Creme e unguenti  a base di steroidi sono considerati molto efficaci, ma non dovrebbero essere coperte con abbigliamento artificiale o in generale vestiti che ne aumentano l’irritabilità e la sudorazione.

Poiché la pelle è più sottile nelle aree tipicamente colpite, il rischio di effetti collaterali da uso topico aumenta. Ciò a causa del rapido assorbimento del farmaco oltre che appunto della sensibilità della pelle. L’abuso o l’uso improprio di steroidi può ulteriormente assottigliare la cute e lasciare segni sulla pelle. Un altro problema è che le zone colpite, essendo più umide, sono facilmente soggette a infezioni di funghi e candidosi (candida).

I corticosteroidi, derivati ​​della vitamina D3 o retinoidi  sono tipicamente utilizzati.  Altri agenti topici, come il calcipotriene (marca Dovonex), catrame di carbone o anthralin (antralina ) , possono essere in qualche modo efficace nel trattamento della psoriasi nelle pieghe della pelle. Tuttavia possono anche essere irritanti. Dovrebbero quindi essere usati con cautela e sotto la direzione di un medico.

Siccome queste aree sono più inclini a infezioni da lieviti e funghi, i medici possono anche accertare e testare la presenza di infezioni. Se presenti, possono essere prescritti steroidi topici diluiti in combinazione con altri farmaci. Un esempio è la soluzione con l’1 per cento o 2 per cento di idrocortisone con agenti anti-lievito o anti-fungini.

Il Tacrolimus (marca Protopic) e Pimecrolimus (Elidel marca) sono due farmaci topici utilizzati per il trattamento dell’eczema. Molti dermatologi hanno scoperto che funzionano bene anche per le lesioni psoriasiche nelle pieghe della pelle. Le persone con grave psoriasi inversa possono occasionalmente richiedere sedute di fototerapia con raggi UVB (ultravioletti B) o farmaci biologici per assestare la condizione.

Valgono anche per questa forma della malattia le indicazioni su rimedi naturali e forme alternative di cura che puoi trovare in questa sezione.

Opt In Image
Scopri come prevenire la psoriasi
Ricevi gratuitamente via mail il libro

{ 0 Commenti… add one }

Lascia un commento